Come Programmare ESP8266 con Arduino Due

Come programmare ESP8266 con Arduino Due

Come programmare ESP8266 con Arduino Due? Grazie al fatto che sia i moduli basati sul ESP8266, come l’ESP-03 o l’ESP-12, sia Arduino Due funzionano a 3.3V, la programmazione è molto semplice. Andiamo a scoprire come.

Forse non tutti sanno che è possibile programmare molto facilmente uno dei tanti moduli basati sul SoC ESP8266 tramite un Arduino Due. Le strade percorribili sono 2:

  1. utilizzare direttamente il convertitore di Arduino Due connettendosi ai pin TX0 e RX0;
  2. creare un loopback seriale in modo da sfruttare due porte seriali qualsiasi di Arduino Due:

Utilizzo senza loopback (TX0, RX0)

In questo caso, appurare che il codice (sketch) programmato su Arduino Due non utilizzi la seriale in modo da evitare conflitti. Connettere direttamente i pin TX0 e RX0 di Arduino Due ai rispettivi pin TX e RX del modulo ESP8266 come da figura seguente.

TX0 <—> TX

RX0 <—> RX

GND <—> GND

Arduino Due e ESP-03 per programmazione

Ricordarsi di connettere anche la massa e di porre il modulo ESP8266 in modalità programmazione. Utilizzare Arduino Due come se fosse un normalissimo convertitore USB-seriale.

Utilizzo con loopback

Caricare su Arduino Due il seguente sketch:

Come osservabile, lo sketch è molto semplice e non fa altro che ascoltare quello che arriva sul pin RX0 e sul pin RX1 per trasmetterli ai pin TX1 e TX0. Schematicamente:

  • il dato in arrivo su RX0 viene inoltrato a TX1;
  • il dato in arrivo su RX1 viene inoltrato a TX0.

Connettettere i pin TX1, RX1 e GND di Arduino Due ai rispettivi pin RX, TX e GND del modulo da programmare come da schema seguente.

TX1 <—> RX

RX1 <—> TX

GND <—> GND

Arduino Due e ESP-03 programmazione loopback

 

Porre l’ESP8266 in modalità programmazione ed usare l’Arduino Due come se fosse un normale convertitore USB-seriale.

 

Ciao!!!

 


One Response to Come Programmare ESP8266 con Arduino Due

  1. […] Sono riuscito a programmare il modulo anche tramite Arduino Due (originale) sfruttando le porte TX e RX come illustrato qui. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *