Apricancello Apriporta WiFi comandabile da remoto con Smartphone e RLY-1601

Realizzare un apriporta/apricancello comandabile da remoto tramite lo Smartphone

Oggi andremo a vedere una semplice ma interessante applicazione della scheda RLY-1601: un’apriporta o un apricancello automatico comandabile da remoto attraverso uno smartphone. L’apriporta può essere comandato sia tramite WiFi sia attraverso la rete internet ed in quest’ultimo caso lo smartphone deve essere, ovviamente, connesso ad internet.

Con la scheda RLY-1601 è estremamente semplice realizzare un apriporta comandabile sia da locale, attraverso la rete WiFI, sia da remoto, attraverso la rete internet, usando il tuo smartphone. Puoi anche trasformare il tuo attuale apriporta con apertura a pulsante (normalmente il pulsante è direttamente nel citofono), in un’apriporta intelligente gestibile con il tuo smartphone. La cosa ancora più interessante è che tale realizzazione/modifica richiede solo pochissimi e semplici passi.

Come prima cosa l’utilizzatore deve capire se desidera comandare l’apertura della porta soltanto da locale, ovvero quando si trova coperto dalla rete WiFI prodotta dalla scheda RLY-1601, oppure se desidera poter gestire l’apertura della porta da remoto attraverso la rete internet. Nel primo caso, la scheda RLY-1601 si comporterà similmente ad un Access Point ovvero creerà una propria rete WiFi alla quale lo smartphone dovrà connettersi. Una volta avvenuta la connessione, tramite lo smartphone sarà possibile aprire la porta. Nel secondo caso la scheda RLY-1601 si comporterà come un normale Client di una rete WiFi ovvero ricercherà la rete WiFi prodotta dal router di casa (o aziendale) e vi si connetterà. La scheda RLY-1601 sarà quindi connessa alla rete LAN e, previa configurazione del port forwarding del router e se la vostra linea ADSL/Fibra dispone di IP pubblico, sarà anche connessa ed esposta alla rete Internet. Attraverso lo smartphone sarà quindi possibile contattarla ovunque voi siate nel mondo.

Nota: Per maggiori informazioni riguardo il controllo della RLY tramite Internet si consiglia di leggere il manuale: How-to Configurare la RLY-1601 per comandarla da remoto

Dopo aver deciso la modalità di utilizzo ed effettuata la configurazione della scheda RLY-1601 utilizzando la App. per smartphone Android ACE Relay Control, è sufficiente connettere la RLY-1601 all’apricancello elettrico come da figura seguente.

Notare che i collegamenti dal citofono vanno inseriti nei contatti COM (Comune) ed NO (Normalmente Aperto) della RLY-1601. Il contatto NO è il più esterno rispetto al bordo della scheda.

ATT.NE: I collegamenti sono soltanto esemplicativi e potrebbero non essere corretti per la vostra configurazione. Prima di effettuare qualsiasi tipo di collegamento è bene sapere cosa si sta’ facendo. Non ci riteniamo responsabili per alcun tipo di danno.

Apriporta WiFi da remoto

Apriporta WiFi da remoto

Impostazioni per le App:  inferiore alla 3.0 (Android) ed inferiore alla 1.2 (iOS)

Nota: dato che queste versioni di App sono obsolete, si consiglia di aggiornare la App all’ultima versione disponibile.

Nella App. ACE Relay Control deve essere impostata una Operazione del tipo “Relè Off Per” impostando come tempo quello necessario a far scattare l’elettroserratura. Tipicamente un paio di secondi sono sufficienti. In figura seguente un esempio di Operazione inserita nella App. Android. Per la App. iOS valgono esattamente le medesime considerazioni.

App Android Operazione Apertura Elettroserratura

App. Android Operazione per Apertura Elettroserratura

Impostare l’operazione Relè Off Per non è un errore, è corretto. Infatti, i comandi di Relè On ed Off non sono riferiti all’eccitazione del relè ma al contatto COMNC. Relè On significa che il contatto COM-NC è chiuso mentre con Relè Off s’intende che il contatto COM-NC è aperto. Conseguentemente, con Relè Off il contatto COM-NO è chiuso e con Relè On il contatto COM-NO è aperto.

Questa configurazione consente di mantenere il relè constantemente non eccitato e di eccitarlo soltanto per i pochi secondi necessari a far scattare l’elettroserratura. Oltre ad un risparmio energetico e ad un minor riscaldamento del relè, questo consente anche, in caso di interruzione di corrente elettrica, di avere il relè non eccitato e l’elettroserratura non eccitata anche nel momento in cui si ha nuovamente corrente elettrica. Se, viceversa, si mantenesse constantemente il relè eccitato per mantenere l’elettroserratura non eccitata, accadrebbe che, in caso di interruzione di corrente elettrica, il relè tornerebbe allo stato di risposo essendo un classico relè monostabile. Al ritorno della corrente elettrica il relè non sarebbe eccitato poichè si troverebbe nello stato di riposo ma l’elettroserratura sarebbe eccitata!!!

Impostazioni per le App aggiornate: superiore alla 3.0 (Android) e superiore alla 1.2 (iOS)

Nella App. ACE Control deve essere impostata una Operazione del tipo “Relè On Per” impostando come tempo quello necessario a far scattare l’elettroserratura. Tipicamente un paio di secondi sono sufficienti. In figura seguente un esempio di Operazione inserita nella App. Android. Per la App. iOS valgono esattamente le medesime considerazioni.

App Android Operazione Apertura Elettroserratura

App Android Operazione Apertura Elettroserratura

Questa configurazione consente di mantenere il relè constantemente non eccitato e di eccitarlo soltanto per i pochi secondi necessari a far scattare l’elettroserratura. Oltre ad un risparmio energetico e ad un minor riscaldamento del relè, questo consente anche, in caso di interruzione di corrente elettrica, di avere il relè non eccitato e l’elettroserratura non eccitata anche nel momento in cui si ha nuovamente corrente elettrica.

 

La scheda RLY-1601 è così piccola (32x50mm – 1.41×1.97in) che può essere inserita direttamente nell’involucro del citofono o in una scatola elettrica 503.

Scatola elettrica 503

Effettuati i collegamenti non c’è da fare altro! Basta aprire la App. ACE Relay Control per comandare la propria porta o cancello.

 

Buon controllo remoto.

Aggiornamento (Ottobre ’17): E’ stata realizzata e pubblicate anche la versione iOS della App. ACE Relay Control (ACE Controllo Relè nello Store Italiano). Per maggiori informazioni leggere la pagina del prodotto raggiungibile a questo link: Scheda IoT RLY-1601.

Aggiornamento (Marzo ’18): L’articolo è stato aggiornato per tenere conto delle modifiche della RLY e delle App. In particolare, è stato modificato lo schema elettrico di collegamento per risolvere un problema che alcuni utenti ci hanno comunicato: in caso di interruzione dell’energia elettrica, al ritorno della stessa, l’elettroserratura restava eccitata. Questo accadeva per un errore di collegamento nello schema e non per un bug sulla scheda RLY.

Aggiornamento (Maggio ’18): L’articolo è stato aggiornato per tenere conto della nuova versione della App. per Android (vers. 3.0) ed iOS (vers. 1.3). In queste App aggiornate, quando lo stato del relè è ON, esso è effettivamente eccitato (alimentato) mentre quando è OFF, il relè è non alimentato ovvero risulta spento. Nelle App precedenti, lo stato ON/OFF non indicava l’eccitazione del relè ma lo stato dei contatti NC-COM creando confusione nell’utilizzatore.


49 Responses to Apricancello Apriporta WiFi comandabile da remoto con Smartphone e RLY-1601

  1. vinicio ha detto:

    come posso acquistarla? quanto costa

  2. Stefano ha detto:

    Se la collego al pulsante del cancello funziona ugualmente?

    • Alessio ha detto:

      Dipende da come e cosa va a pilotare il pulsante del cancello. Tieni presente che la scheda monta un classico relè a 3 poli (Comune, Normalmente aperto, Normalmente chiuso) quindi tutto quello che è gestibile da un relè è comandabile con la scheda.

  3. Paolo Corno ha detto:

    Esiste modo di controllare la scheda mediante app ios?

    • Alessio ha detto:

      Attualmente la scheda è agevolemente gestibile solo tramite la App. Android. La App. per iOS è in fase di sviluppo ma non possiamo ancora confermare una data certa per la sua pubblicazione. Approfittiamo di questo post per ricordare che Maker e sviluppatori possono crearsi autonomamente il proprio sistema di gestione della scheda utilizzando le API.

      • Giovanni ha detto:

        Ho visto che esiste una app a pagamento sviluppata non dalla casa madre che funziona da iOS si chiama ACE Control.

  4. diego ha detto:

    se decidessi di utilizzare la scheda in modo tale che si colleghi al mio router, come faccio ad inserire la password del router nella scheda elettrica per far si che avvenga il collegamento?

    Grazie

    • Alessio ha detto:

      La scheda produce una propria rete WiFi alla quale connettersi per effettuare la configurazione iniziale. Se durante la configurazione viene scelto di utilizzare la modalità Client (scheda connessa al router) la scheda termina di generare la propria WiFi e resterà connessa al router. Informazioni dettagliate sono scritte sul manuale utente scaricabile nella pagina del prodotto:
      Pagina Prodotto RLY-1601

  5. Mattia ha detto:

    Buongiorno,
    sono interessato all’acquisto.
    Ho visto su Apple store che è disponibile anche l’applicazione per iOS. Volevo solo la conferma che si tratta dell’applicazione corretta per questo relè.
    Grazie

  6. Paolo A ha detto:

    Salve, vorrei poter controllare due interruttori della pulsantiera del cancello con una scheda simile ma ho un paio di dubbi:
    1. essendo dei pulsanti, posso fare in modo che il relè chiuda e poi riapra diciamo in un secondo il contatto con un solo comando?
    2. essendo due e avando la scheda un solo contatto NA/NC (il secondo in negazione del primo) come posso controllare il pusante di Apertura e quello di chiusura che sono separati? Mi servono due schede e poi vanno configurate separatamente oppure avere una soluzione con contatti multipli?

    Grazie

    • Alessio ha detto:

      Buongiorno Paolo,
      la risposta alla domanda del punto 1 è si: utilizzando la modalità ad impulso puoi, con un solo comando inviato, far chiudere il relé per un certo tempo per poi farlo riaprire (o viceversa). Per il punto 2 la situazione è più complicata proprio perchè la RLY monta un solo relè. Le soluzioni sono sostanzialmente 3: 1) utilizzi due RLY indipendenti ma la cosa può essere macchinosa se devi chiudere ed aprire in maniera conseguenziale molte volte, 2) utilizzi un sistema esterno (es. Arduino) che sfrutta il solo contatto NA/NC della RLY per comandare 2 relé ma la cosa è complicata e non integrata, 3) attendi l’uscita di 2 nuove schede entrambe adatte al tuo scopo: una è uguale alle RLY ma con doppio relè e l’altra ha 1 solo relè ma con 2 uscite open-drain ed 1 ingresso fotoaccoppiato.

  7. Antonio Agnesi ha detto:

    Salve,
    che portata ha la scheda in modalità wifi? Nel mio caso sarebbe montata entro casa, vicino al citofono in ingresso e a circa 30 metri dal cancello.
    Grazie!

    • Alessio ha detto:

      Buongiorno,
      la portata della scheda è variabile perchè dipende da molti fattori come, ad esempio, se ci sono ostacoli tra la scheda ed il cancello, la posizione dell’antenna, se ci sono altre reti WiFi che possono interferire, etc. Comunque, in linea di massima, la scheda riesce a coprire in campo aperto (senza ostacoli) circa 30-50metri. In questo link di YouTube viene testata la portata del modulo ESP-12E (lo stesso montato sulla RLY) in campo aperto e l’autore, in quelle condizioni, riesce a coprire ben 90 metri: https://www.youtube.com/watch?v=KYLN9qH0C84

  8. Valerio ha detto:

    Salve,
    vorrei integrare questo meccanismo al citofono, ma come lo alimento?
    Dove li prendo 5 v?

    • Alessio ha detto:

      Un risposta risolutiva alla tua domanda non possiamo darla poichè ogni caso è diverso. Alcuni citofoni sono già alimentati a 5VDC altri a 12VDC poi ci sono quelli alimentati direttamente a 230VAC. In alcune installazioni viene messo un piccolo alimentatore nella scatola di derivazione più vicina al citofono.

  9. Giovanni ha detto:

    Salve, si possono comandare più schede dalla stessa applicazione per avere più comandi?

    • Alessio ha detto:

      Salve Giovanni,
      la risposta è affermativa. L’applicazione consente di gestire e comandare più schede ma non contemporaneamente, ovvero non è possibile, con la pressione di un solo pulsante sulla App, inviare il medesimo comando a 2 o più schede contemporaneamente.
      Saluti

  10. Damiano ha detto:

    Salve vorrei comandare 4 relè interruttori si può utilizzare questo prodotto grazie

    • Alessio ha detto:

      Ciao Damiano,
      la RLY di cui si parla nell’articolo, visto le piccole dimensioni, monta un solo relè. Quindi se hai necessità di comandare 4 diverse apparecchiature dovresti utilizzare 4 diverse RLY e poi gestirle tutte dalla App.

  11. Matteo C1975 ha detto:

    Salve, vorrei fare in modo da poter aprire una elettroserratura Cisa 12V al cancello esterno che è attualmente comandata da un pulsante del citofono BTicino Terraneo. Anzichè premere fisicamente il pulsante del citofono vorrei poter aprire l’elettroserratura da remoto-internet premendo un tasto sull’ app dell’iphone. Praticamente sembra lo schema di cui sopra da voi fatto. Funziona? Ma la scheda è comandabile solo se abbiamo una linea internet con IP Pubblico?

    • Alessio ha detto:

      Ciao Matteo,
      lo schemo riportato è solo una delle molte cose comandabili tramite un relè e per rispondere alla tua domanda, si funziona. Per quanto riguarda la tua seconda domanda, l’IP pubblico è necessario se si vuol comandare la scheda attraverso la rete Internet. Se la si comanda dalla LAN o attraverso la rete WiFi che essa genera, non è necessario disporre di un IP pubblico. L’IP pubblico è necessario ogni qual volta si ha l’esigenza di dover, dalla rete Internet, contattare il proprio router di casa/azienda. Poichè vuoi, ad esempio da New York, comandare il relè a bordo della RLY, è indispensabile che tu possa riuscire a collegarti al tuo router di casa e questo è fattibile solo se la compagnia telefonica ti ha fornito un IP pubblico ovvero un indirizzo univoco nel mondo proprio come nazione, CAP, via e numero civico della tua abitazione.

  12. saverio ha detto:

    Salve,
    esiste questa scheda a più canali?
    Mi spiego, il citofono esistente (analogico) ha attualmente più funzioni: apri/chiudi cancello, interruttore luci giardino, ecc.
    Quello che vorrei fare con lo smartphone, attraverso la rete WiFi e rete internet, sarebbe:
    -accendere le luci in giardino
    – aprire/chiudere il cancello
    – disattivare il citofono

    Inoltre vorrei che queste funzioni fossero comandabili da più smartphone.

    E’ possibile?
    Se sì, è sufficiente collegare la scheda al citofono esistente rispettando i vari canali?
    Si può anche riavviare la scheda in caso di blocco ? (funzione restart)
    Fornite anche una scatola cassetta da installare al muro?

    Grazie

    • Alessio ha detto:

      Salve Saverio,
      al momento non è in vendita la versione a più uscite di questa scheda. Stiamo mettendo a punto una serie di schede con più ingressi/uscite delle quali ne verrà fatta una Preview sia sul sito che tramite newsletter nelle prossime settimane. Probabilmente potrebbe essere realizzato il sistema con una scheda a 3 uscite. Tutte le schede implementano una funzionalità automatica di restart in caso di errore, non è necessario alcun intervento dell’utente. Non forniamo scatole a muro in quanto possono essere utilizzate le classiche scatole elettriche di derivazione.

  13. Francesco ha detto:

    Buona sera. Avete un prodotto che funga da apriporta con la possibilità di abilitare, da un numero amministratore, solo alcune utenze telefoniche? Ringrazio e saluto cordialmente.

  14. Roberto ha detto:

    Buongiorno,
    Rispetto all’istallazione esiste un qualche video su youtube per guidare il cliente?
    In alternative, un tecnico del settore in generale é a conoscenza di questa nuova possibilitá?
    Grazie
    Roberto

    • Alessio ha detto:

      Buongiorno Roberto,
      non forniamo video o guide per l’installazione poiché ogni situazione è diversa ed anche le esigenze possono essere diverse. Un buon elettricista, perito o Maker non avrà sicuramente problemi a utilizzare un relè anche se questo è comandabile da smartphone. Saluti

  15. Paolo Corno ha detto:

    Purtroppo il problema è che la RLY-1601, indipendentemente da come è configurato l’evento, al bootstrap chiude il relè. L’effetto è che il solenoide in caso di blackout e ripristino, resta in tensione finché non si interviene con ‘app. Non ho ancora avuto modo di vedere se è possibile una patch del firmware

    • Alessio ha detto:

      Ciao Paolo,
      non è un problema della Scheda ma del collegamento Elettroserratura-Scheda e del tipo di Operazione scelta nella App. L’articolo è stato aggiornato per illustrare meglio come effettuare la corrette connessione con l’elettroserrattura e come impostare la corretta Operazione nella App. E’ stato anche spiegato il motivo del tuo problema. Saluti

  16. Gennaro ha detto:

    Buongiorno volevo chiedere se la scheda funziona anche con un wifi con una sim da 8 GB inserita in un router che già funziona attualmente x il sistema di telecamere a distanza . Questo tipo di wifi può funzionare con la vostra scheda per aprire il cancello a distanza grazie

    • Alessio ha detto:

      Buongiorno Gennaro,
      non possiamo darti la certezza del funzionamento ma se la tua connessione internet ha IP pubblico e se nel router è possibile fare il Port Forwarding allora dovrebbe essere possibile contattare la scheda da remoto senza problemi.

  17. Michele ha detto:

    Buongiorno. Interessantissimo approccio. Mi chiedo se sia possibile “adattarlo” ad un sonoff, che di fatto è un esp8266 con rele. Il “problema” è che tale device ha in ingresso il 220 e in uscita il 220. Dallo schema non mi è chiaro se nell’elettroserratura entra un 220. Se così fosse, se *al posto* del citofono mettessi il sonoff, quando si attiva e da corrente (per 1-2 secondi) la serratura si dovrebbe aprire, corretto?

    E se, step successivo, volessi mettere in parallelo il citofono e il sonoff? In modo che se si è vicini al citofono si può comunque aprire con quello?

    Grazie,

    • Alessio ha detto:

      Ciao Michele, non conosco il funzionamento del sonoff quindi non potrò essere esaustivo nella risposta. Lo schema è realizzabile con qualsiasi cosa che monti un classico relè a 3 poli (NC-NO-COM) o anche più semplicemente a due poli (come un interruttore). Se il tuo dispositivo monta un relè a 2 o 3 poli è realizzabile. Dalla tua domanda mi sembrà però di capire che entra la tensione di linea (230V) ed esce la tensione di linea dal dispositivo. Se così fosse un collegamento come quello di figura non sarebbe realizzabile poiché si basa sul fatto che il relè montato sulla scheda RLY ha i 3 contatti “puliti” ovvero non vi è alcuna tensione.

  18. paolo ha detto:

    Salve, avete delle telecamere di sorveglianza consigliate che si possono integrare con questa scheda?

    E, in aggiunta, delle schede per ricevere da remoto lo squillo del citofono?

    GRazie in anticipo,
    Paolo

    • Alessio ha detto:

      Il sistema che mi ha descritto non è semplicissimo da realizzare a meno di non appoggiarsi a sistemi commerciali di alto livello come quelli della Btcino o Vimar. Quello che le posso consigliare è di rivolgersi ad un elettricista o di andare presso un magazzino che vende materiale elettrico e sentire se hanno disponibili sistemi già pronti che fanno al suo caso. Non so dirle il nome di un prodotto o di un modello poiché non ho questo tipo di conoscenza ma sicuramente ci sarà quel che cerca in commercio. Le schede a relè che vendiamo possono essere usate anche per fare un apri-porta remoto ma in un sistema complesso come il suo quasi sicuramente il sistema commerciale di “ricezione del campanello a distanza” sarà anche dotato di un qualche dispositivo per aprire la porta.

  19. Nicola ha detto:

    si può interfacciare a Google Home?

  20. francesco ha detto:

    buonasera, per l’alimentazione devo collegare le batterie o la presa elettrica? sono acquistabili presso di voi i fili per il collegamento all’alimentazione? grazie

    • Alessio ha detto:

      La scheda RLY-1601 ha necessità di essere alimentata a 5V in corrente continua quindi è necessario un piccolo alimentatatore che possa erogare 5VDC stabilizzati ed una corrente minima di 300mA. Non sono necessari particolari cavi in quando la scheda monta dei classici connettori Molex a vite ove è possibile inserire un normale filo elettrico.

  21. Vittorio ha detto:

    Ciao e complimenti per la guida.

    E’ possibile anche connettere l’ESP al buzzer del citofono, in modo di ricevere una notifica (con apposita programmazione) quando qualcuno preme il pulsante dall’esterno?
    Serve un secondo relè?

    Grazie

    • Alessio ha detto:

      Grazie per i complimenti. Non è possibile collegare il buzzer alla RLY per avere una notifica in caso qualcuno suoni al citofono esterno. Per i veri smanettoni la cosa potrebbe essere fattibile utilizzando la RLY-1120 o la RLY-0310 (ovvera una delle due dotata di ingressi) e realizzando un proprio firmware personalizzato che andrebbe a sostituire completamente il nostro firmware. Ovviamente per fare questo serve una buona conoscenza di base ed avere almeno qualche volta utilizzato Arduino.

  22. Federico ha detto:

    Buongiorno, vorrei sapere se la scheda,al fine del controllo remoto, sia compatibile col sistema WebCube di 3.

    • Flame ha detto:

      Buonasera Federico, la scheda funziona sempre, indipendentemente dal tipo di router, il problema è che se il gestore telefonico non permette l’accesso da Internet verso la propria LAN la scheda non è raggiungibile e quindi non puo’ essere pilotata da remoto. Lo stesso problema si presenta in tutte quelle situazioni nelle quale si ha la necessità, attraverso la rete Internet, di accedere ad un dispositivo della propria LAN (un PC, una telecamera IP, un sensore IP, ecc): se il gestore non permette il Port Forwarding/Virtual Server o, detto in italiano, non permette l’apertura di una porta sul router, è impossibile contattare il dispositivo e quindi è impossibile dialogarci. Non sappiamo se il WebCube della 3 permette questa configurazione, quello che può fare è verificarlo prima di acquistare la scheda configurando il Port Forwarding (si aiuti con la nostra guida How-To) sul router e verificando l’effettiva apertura della porta TCP 85 tramite questo tool online: https://www.yougetsignal.com/tools/open-ports/

      Saluti

  23. Lino ha detto:

    Buonasera, volevo sapere se, installata e configurata come Access Point, è possibile in qualche modo far aprire il portone da terze persone, una volta che queste sono nel raggio di copertura del wi-fi da essa generato? Grazie.

    • Alessio ha detto:

      Buonasera Lino,
      certamente è possibile. E’ sufficiente dare la password della rete WiFi a tutti coloro che vuoi che possano controllare il relè. Se poi l’idea fosse quella di cambiare spesso la password per fare accedere gruppo di persone diverse (come potrebbe accadere in un B&B) le dico che la gestione non è molto comoda (la scheda non è pensata per questo) in quanto per cambiare la password è necessario resettare completamente la scheda.
      Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *